OROSCOPO

Conto corrente zero spese

conto corrente zero spese

Se ti stai interrogando sui costi connessi all’apertura di un conto corrente, sappi che aprire un conto corrente online oppure in banca, non sempre ha spese di apertura o di mantenimento. Esistono anche conti correnti a canone zero.

Considerata la crescente concorrenza sul mercato bancario, e il fatto che gli istituti di credito hanno gradualmente abbassato il costo dei propri rapporti di conto, trovare un conto corrente zero spese non è certo difficile. Anzi, è lecito affermare che il conto corrente zero spese sia uno dei rapporti più presenti e più ricercati, in grado di offrire dei servizi di base e dei vantaggi evidentemente graditi alla clientela.

Ma quali sono le caratteristiche dei conti correnti a zero spese? E dove poterli trovare? Ecco un’analisi accurata e i vantaggi delle banche che propongono l’apertura di un conto corrente zero spese.

Caratteristiche conti correnti a zero spese

Iniziamo con uno sguardo alle caratteristiche dei conti correnti a zero spese. Come suggerisce questo nome, con i conti zero spese l’imposta di bollo è gratuita, così come il canone. Non costano nulla nemmeno le operazioni che vengono effettuate fuori filiale: i bonifici online, i prelievi presso i bancomat del gruppo bancario di riferimento, gli accrediti, i rendiconti online, e così via.

Ancora, generalmente i conti correnti a zero spese estendono la gratuità anche a diversi servizi accessori come le carte di debito e, eventualmente, anche una carta di credito. Gratis è sicuramente il servizio di internet banking, con il quale il cliente può gestire il suo rapporto direttamente da casa, o dall’ufficio, o dal proprio smartphone.

Di contro, generalmente rimangono a pagamento alcune spese pur marginali, come quelle che sono legate alle operazioni che vengono effettuate all’interno delle filiali dell’istituto di credito presso il quale si è aperto il conto corrente, o ancora la possibilità di ricevere un estratto conto cartaceo in alternativa all’estratto conto digitale, con la rendicontazione online.

Infine, ricordiamo che così come non ci sono spese di apertura per il conto corrente a zero spese, così non vi sono spese per la chiusura dello stesso rapporto.

Dove trovare i conti correnti a zero spese

Oramai i conti correnti a zero spese possono essere trovati un po’ ovunque, sia tra le banche “tradizionali” che tra le banche “online”.

Per esempio, Webank propone un nuovo conto corrente a zero spese, con carta di credito gratuito, e la possibilità di disporre fino a 120 euro di buoni benzina. Gratis è anche il conto corrente digital di CheBanca!, così come il conto corrente Arancio di Ing Direct, che ci propone anche un tasso di remunerazione extra del 2% per 6 mesi fino al 16 marzo, e la possibilità di azzerare il canone della carta di credito (standard: 24 euro) in caso di spesa minima mensile di 500 euro.

Tra gli altri conti correnti zero spese segnaliamo anche il conto corrente Widiba, che integra i pagamenti con Google Pay e il tasso per vincoli a 6 mesi all’1,8%. Il canone della carta di credito è pari a 20 euro, mentre è di 10 euro il canone della carta prepagata.

Se preferisci aprire un conto corrente zero spese estero, c’è a disposizione il conto corrente N26: si apre interamente online con un selfie, prevede prelievi gratuiti in tutta Italia e in area euro, e dona fino a 150 euro nel caso di invito di amici presso la stessa banca. Gratis anche il Conto Adesso di Credit Agricole, con in più un buon regalo Amazon fino a 250 euro, prelievi gratuiti in Italia ei n Francia, apertura direttamente online e canone carta di credito gratuito.

Come anticipato, puoi trovare molti conti correnti zero spese anche presso le principali banche nazionali e internazionali. Dispongono di rapporti con spese zero o spese azzerabili anche BNL, Intesa Sanpaolo, Unicredit e Intesa Sanpaolo.

Aprire un conto corrente zero spese

Il nostro consiglio? Dare pur sempre una lettura attenta dei fogli informativi di trasparenza e delle condizioni economiche di riferimento del prodotto. Spesso, infatti, la gratuità del conto corrente zero spese è legata a promozioni temporanee. Per questo motivo è sempre opportuno comprendere nel dettaglio e in piena consapevolezza quali sono le caratteristiche economiche e contrattuali vigenti, richiedendo tutte le informazioni che si ritengono più opportune alla filiale dell’istituto di credito presso cui si intende aprire un conto corrente, o al desk online della stessa banca diretta.

Detto ciò, nell’apertura tieni anche in considerazione quali potrebbero essere i servizi aggiuntivi di cui potresti aver bisogno: spesso sono a pagamento e… spesso potrebbero fare la differenza tra la scelta di un conto corrente o un altro.