OROSCOPO

Come funziona Adsense

Come funziona Adsense

Come funziona adsense: pagamenti, quanto si guadagna e come si mettono gli annunci. Considerazioni sul programma adsense e cose che dovresti sapere.

Dopo aver visto le alternative ad adsense, soffermiamoci proprio sul programma di Google e cerchiamo di capire se conviene e quanto si guadagna. Hai sentito parlare di Adsense ma non hai mai capito come funziona? È giunto il momento di recuperare. Anche perché, in fondo, Adsense potrebbe rappresentare una utile forma di monetizzazione per il tuo sito, uno strumento che ti permetterà di guadagnare dei soldi dalle tue passioni e… tanto altro!

Cos’è e come funziona Adsense

Rompiamo gli indugi ed entriamo subito nel vivo della nostra trattazione. Google Adsense (ebbene si, anche questo servizio è riconducibile alla Big G!) è il più noto pay per click, e cioè un sistema di pagamento che ti remunera quando i tuoi utenti cliccano su un annuncio che pubblicherai nelle pagine del tuo sito.

Ogni click equivale a un numero di centesimi di euro che ti verranno periodicamente accreditati, e il cui importo dipenderà dal programma dello sponsor che ha pagato per l’inserzione.

Come paga Adsense

Chiarito cos’è Adsense e come funziona, ti sarà di utilità sapere che si tratta di un progetto serio e affidabile, e che pertanto paga, con bonifico bancario o assegno, non appena hai superato il livello di payout previsto, ovvero la cifra che devi raggiungere per poter ottenere il pagamento.

In sintesi una volta che superi il payout (circa 70 euro), potrai ricevere entro breve tempo l’accredito delle somme maturate. Una bella rendita passiva, che ti permetterà di arrotondare uno stipendio o creare una vera e propria fonte di primaria importanza, per dare il giusto merito al tuo impegno!

Che annunci vengono pubblicati?

Una delle principali preoccupazioni che i proprietari di siti e blog spesso manifestano è legata alla natura e alla caratteristica degli annunci che possono essere pubblicati.

Ebbene, Google Adsense ha sviluppato (e perfezionato nel tempo) un sistema di contestual advertising, ovvero un sistema pubblicitario che permette di mostrare ai tuoi utenti solamente annunci che siano contestualizzati all’argomento di cui parla la tua pagina, in maniera totalmente automatica.

Insomma, tutto ciò che dovrai fare è scegliere dove inserire i banner di Adsense, prelevare il codice dal tuo pannello di riferimento su Google e copiarlo nel codice sorgente HTML. Fatto ciò, in breve tempo le pagine del tuo sito / blog inizieranno a mostrare gli annunci, ed essere potenzialmente monetizzabili.

Come iscriversi a Google Adsense

Iscriversi a Google Adsense è davvero molto semplice. Tutto quello che devi fare è infatti andare su google.com e selezionare Adsense tra i servizi del motore di ricerca. Compila tutti i dati, segnala il sito nel quale vuoi pubblicare i tuoi annunci e attendi la ricezione di un’email di conferma. Da quel momento potrai iniziare a prelevare il codice da copiare sul tuo sito!

Cosa non devi fare con Adsense

Detto ciò, prima di iniziare a pubblicare gli annunci, ti consigliamo di leggere con grande attenzione il regolamento di Adsense che trovi sullo stesso sito. Ricorda infatti che la violazione del regolamento potrebbe costarti la fuoriuscita dal programma di Google,  e che rientrare potrebbe non essere affatto semplice!

In sintesi, quel che NON devi fare con Google Adsense è:

  • cliccare sui tuoi annunci, per generare più ricavi. Non farlo mai, perché Google se ne accorge SEMPRE e non giustifica per nessuna ragione questo comportamento (nemmeno se, magari, stai effettuando dei test);
  • far cliccare sui tuoi annunci i tuoi amici: idem come sopra, Google si accorgerà di tali comportamenti anonimi e ti potrebbe espellere dal programma;
  • pubblicare contenuti che sono vietati dal regolamento,  come ad esempio quelli che parlano e sponsorizzano prodotti illegali o pratiche illecite.

Al di là di quanto sopra, sappi che Google Adsense è un ottimo programma di monetizzazione, e che potrebbe creare per te una valida rendita passiva. Sfruttalo con parsimonia, cercando di posizionare gli annunci nei luoghi che ritieni possano essere di maggiore utilità per i tuoi fini, ed evita magari di esagerare: posizionare troppi annunci, con troppa insistenza, non solo non moltiplicherà le opportunità di monetizzare adeguatamente i contenuti del tuo sito / blog, ma potrebbe infastidire e innervosire i tuoi utenti, allontanandoli dal tuo prodotto online. Insomma, il risultato opposto a quello a cui miravi!