OROSCOPO
giovedì 17 gennaio 2019

CANNES, CARTOON RAI-REGIONE SICILIANA SU FALCONE E BORSELLINO

12 aprile 2010

CANNES (ITALPRESS) – Parlare ai piu’ giovani del fenomeno mafioso con il linguaggio semplice dei cartoni animati, insegnando loro che gli eroi possono anche indossare una toga al posto del mantello e avere come arma la legalita’. E’ questa la scommessa lanciata dalla Rai e dalla Regione Siciliana, che questa mattina a Cannes hanno presentato al Mip tv (la piu’ grande fiera annuale dell’audiovisivo e dei diritti tv) il cartoon “Giovanni e Paolo e il mistero dei Pupi” ispirato alla vita dei due magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. La pellicola, prodotta dai Rai Trade, andra’ in onda con uno special tv con le voci di Leo Gullotta, Donatella Finocchiaro e Claudio Gioe’, su Rai Tre, verra’ inoltre presentata in anteprima a Rapallo durante la serata di premiazione di Cartoons on the Bay, sabato 17 aprile. Il disegno animato – coprodotto da Rai Fiction e Larcadarte in collaborazione con la Regione Siciliana (assessorato dei Beni Culturali e dell’Identita’ siciliana) e distribuito nel mondo da Rai Trade – racconta, in chiave fiabesca, una storia ambientata nella Palermo degli anni Cinquanta. I 26 minuti di filmato hanno come protagonisti due ragazzini, Giovanni e Paolo, che lottano per liberare il quartiere palermitano della Kalsa dalla presenza di un Mago malvagio, che toglie l’anima alle persone e le trasforma in burattini di legno. I due bambini capiscono pero’ quello che sta succedendo e, mentre la citta’ e’ impegnata nei preparativi per il festeggiamento della santa patrona, tagliano i fili dei burattini. Per farlo sono aiutati da altri ragazzini e dai genitori. Una storia di fantasia che pero’ prende spunto dalla vita dei due giudici eroi che erano amici nella vita: il cartoon si conclude, in maniera molto suggestiva, con una sequenza dei due ragazzini che avvicinano le teste l’uno all’altro, con la sovrapposizione della celebre fotografia in cui i due giudici sono ritratti seduti uno accanto mentre si sorridono.
Il cartoon e’ diretto dalla palermitana Rosalba Vitellaro (che firma anche la sceneggiatura insieme ad Alessandra Viola e Valentina Mazzola) con la direzione artistica di Enrico Paolantonio. Lo special tv e’ attualmente in produzione, in vista di una prossima messa in onda su Rai Tre. A realizzarlo il centro di produzione video Larcadarte di Palermo in collaborazione con lo studio di animazione Musicartoon di Roma. Le musiche sono della Samples di Verona. “Giovanni e Paolo” andra’ in ondra, come anticipato dal capostruttura di Rai tre Mussi Bollini, prima dell’estate. “Stiamo cercando – ha aggiunto – una collocazione adeguata. Per la messa in onda dobbiamo infatti predisporre un intero pomeriggio dedicato all’argomento”. La storia e’ ben radicata nei valori di dignita’ e di coraggio che i due magistrati hanno testimoniato nella loro vita. “La storia – ha spiegato la sceneggiatrice Viola – e’ frutto di una lunga elaborazione, le famiglie di Falcone e Borsellino sono state coinvolte nella fase preliminare,ma hanno anche letto il soggetto”.
“Quando c’e’ stato proposto il progetto – ha sottolineato Nardello di Rai Trade – lo abbiamo accolto con emozione e cautela. Con questo cartone vogliamo spiegare che cedere al male e’ una perdita di autonomia”.
Per la Regione Siciliana, cofinanziatrice tramite l’Apq (Accordo di programma quadro) “Sviluppo dell’audiovisivo nel Mezzogiorno”, “Giovanni e Paolo” e’ divenuto il punto di forza di una serie di iniziative mirate a tenere viva nei giovani la memoria dei due magistrati uccisi dalla mafia. Tra le attivita’ parallele collegate al cartoon e che avranno luogo in Sicilia nel corso del 2010, figurano anche un concorso a fumetti dedicato alle scuole medie (bandito nel mese di febbraio) e la realizzazione di un kit sulla legalita’ che verra’ distribuito in 1.500 scuole, per giocare in classe approfondendo temi di attualita’ e di educazione civica. Sempre in Sicilia, una trasmissione tv raccogliera’ 25 tra i migliori studenti della regione in una competizione per scegliere il miglior cives dell’anno. “Si tratta – ha spiegato Centorrino – di un’iniziativa importante, che sottolinea l’importanza di educare i giovani alla legalita’. Un impegno che vede la Regione impegnata quotidianamente”. Apprezzamento per l’iniziativa e’ stata espressa anche dall’assessore regionale ai Beni culturali, Gaetano Armao, che in un videomessaggio ha sottolineato “l’importanza di questo progetto, volto a divulgare un messaggio positivo e a ricordare la figura dei due giudici, due uomini che devono essere un esempio”.
(ITALPRESS).


Share |



IL NOTIZIARIO DELLA LEGALITÀ
Uno sguardo accurato e costante sull’impegno delle istituzioni, sul mondo dei giovani e della scuola e sul cammino di crescita intrapreso in questi anni dalla società civile.
Senza tralasciare le trasformazioni in atto nell’associazionismo, nello sport e il lavoro quotidiano delle forze dell’ordine e della magistratura.

APPUNTAMENTO CON LE BUONE PRASSI
Ogni settimana Italpress trasmette sulle sue reti e in chiaro, in una sezione del suo sito Internet, un notiziario dedicato alla legalità: notizie, interviste, appuntamenti, libri, eventi culturali e speciali. Una iniziativa senza precedenti, con la quale l’Agenzia ha colmato un vuoto informativo.