OROSCOPO
sabato 23 marzo 2019

COLOSSEO, FRANCESCHINI "PRONTO A INCONTRARE RAGGI"

25 luglio 2017

“Per noi il passaggio è molto rilevante, condivisibile o meno è innegabile che in questi anni nel settore beni cultuali, e in particolare nel sistema museale, ci siano state riforme profonde, radicali, tutte coerenti con un disegno che è quello di portare il paese, sul tema della valorizzazione del proprio patrimonio museale, archeologico e artistico, a livello dei grandi cambiamenti che ci sono stati nel mondo”. Così il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, durante una conferenza stampa al Mibact per commentare la sentenza del Consiglio di Stato che dà ragione al Mibact nel contenzioso con il Comune di Roma sul Parco Archeologico del Colosseo. “Dal punto di vista della tutela siamo all'avanguardia da decenni, ma è stato fatto molto e molto abbiamo ancora da fare per recuperare in termini di valorizzazione”, ha aggiunto.

“Siamo pronti a discutere con il Comune di Roma, il 2 agosto avevo già fissato incontro con sindaco e vice sindaco di Roma, poi nel mezzo è arrivata la sentenza del Consiglio di Stato a far chiarezza, ma io ci andrò assolutamente aperto a individuare forme di collaborazione per la gestione dell'area archeologica, nella misura che concorderemo”.

“Con il sindaco Marino firmammo un accordo di valorizzazione che spinge il Comune e il ministero a trovare forme di collaborazione e integrazione biglietteria, in modo da offrire ai visitatori un servizio unico, integrato - ha aggiunto Franceschini -. Per noi quell'accordo resta valido, cambia solo l'interlocutore, perché da parte del ministero non sarà più il sovrintendente speciale di Roma, ma il direttore dell'Area archeologica del Colosseo”.

“La riforma è stata apprezzata all'estero, ma ha ricevuto anche critiche, ci mancherebbe altro, altrimenti non sarebbe stata una riforma vera, ma non ho compreso il ricorso del Comune di Roma".

"Vorrei - ha sottolineato Franceschini - che il tema fosse tenuto lontano dal fisiologico confronto democratico tra partiti”, ma “ho rilevato un certo stupore sul fatto che tutti i Comuni, indipendentemente dal colore delle amministrazioni, hanno fornito sostegno alla riforma, e anche il lavoro dei nuovi direttori ha avuto sempre un forte sostegno, mentre il Comune di Roma ha deciso di far ricorso”. “Dopo la sentenza di primo grado, io ho letto di tutto, con giudizi molto pesanti”, ha aggiunto, “mi pare che la sentenza del Consiglio di Stato chiarisca in modo netto e inequivocabile tutti i punti su cui è stato fatto ricorso”.


Share |



L’INFORMAZIONE LOCALE CAPILLARE E TEMPESTIVA
L’Italpress dedica un notiziario di oltre cento takes quotidiani al Lazio, cuore pulsante delle istituzioni del Paese: Politica, Pubblica Amministrazione, Economia, Cronaca, Spettacoli, Sport, ma anche un focus su tutti i principali temi della Sanità, del Turismo, dei Trasporti, del mondo delle imprese e del lavoro, del sindacato e dell’associazionismo.

LAZIO CROCEVIA ISTITUZIONALE DEL PAESE
Con questa consapevolezza nasce “Italpress Lazio”. Al notiziario politico nazionale l’agenzia ha affiancato un notiziario regionale che copre tutti i principali fatti della vita delle istituzioni locali, a cominciare dalla Regione e dal Consiglio regionale, senza tuttavia tralasciare i Comuni, riservando ovviamente uno spazio particolare alla città di Roma. Un’agenda degli eventi scandisce la quotidianità della Capitale e dei suoi municipi.

LA CRONACA
Dalla nera alla bianca, passando anche per la rosa: tutto quanto fa cronaca.

GLI SPETTACOLI
Prime teatrali, mostre, concerti, rassegne cinematografiche, incontri culturali, gossip. Ma anche recensioni, interviste e commenti. Un tuffo nella vivace dimensione dell’intrattenimento locale.

LO SPORT
Quello con la “S” maiuscola. Calcio ma non solo. Forte della sua tradizione, l’Italpress arricchisce il suo notiziario regionale di un ampio ventaglio di notizie che coprono in tempo reale tutti gli avvenimenti sportivi che riguardano squadre, team e atleti laziali impegnati in Italia e all’estero.