OROSCOPO
lunedì 23 settembre 2019
logo

ANDREAZZOLI E LA ROMA, SE L'AVESSERO TENUTO CHISSÀ...

27 agosto 2019

Mi dissero ch'ero matto quando nel 2013, saltato l'ennesimo Zeman, mi piacque moltissimo il suo sostituto, Aurelio Andreazzoli, che mi parve subito - a quei tempi avevo anche una poltrona in tivù - dotato di qualche virtù minima assente in altri interlocutori: educazione, preparazione tecnica, dialettica, cultura. Destai stupore, soprattutto nell'ambiente romano che quando si parla di allenatori esprime varietà di concetti che giunsero ad escludere dal novero dei competenti anche Capello, osteggiato dai più perché indipendente e intransigente. Durò anche troppo, lasciò uno scudetto. Irripetibile? Dicevo di Andreazzoli - in onore del…

Continua a leggere

MILAN BATTUTO DALL'UDINESE QUALIFICATA MODESTA CHISSÀ PERCHÈ

26 agosto 2019

Scusate se da solo mi presento: io sono il Milan, sì, lo stesso di Gattuso, anzi peggio, senza Cutrone; sono il Milan di Giampaolo, sì, quello bravissimo, geniale, almeno così dice Sacchi, e allora siamo sicuri. Di cosa? Di vincere? No, trogloditi. Sicuri di dare spettacolo, di assecondare il desiderio estetico che Sacchi ha fatto rinascere quest'anno sulle spiagge, sui monti, in tutto il Bel Paese. Isole comprese. Volete vedere... Ho visto. Il seguito di Parma-Juve. Calcio d'antan. Niente Sarrismo. Per vincere basta il Martusciellismo. E anche una piccola, spontanea, naturale idea di…

Continua a leggere

JUVE SQUADRA DA BATTERE, CONTE UOMO DA BATTERE

23 agosto 2019

Quando pensavamo che il trasferimento di Maurizio Sarri dal Napoli del Popolo alla Juventus dei Potenti fosse la novità più intrigante del campionato, il sì all'Inter di Antonio Conte ha ribaltato le convinzioni di tanti. È lui, l'Intenso, il traditore - hanno sentenziato giudici mediatici e social bufali - altro che Sarri. Il ragionamento non faceva una grinza, in verità: vuoi mettere il tecnico appena sbarcato in serie A che prima si fa alfiere degli antijuve in mancanza d'altri candidati, sospinto da opinionisti che cercano divagazioni sul tema tattico inventandosi escursioni estetiche senza costrutto e garantendo…

Continua a leggere

MILANO-CORTINA E' UNA VITTORIA DEL CONI

25 giugno 2019

Adesso che abbiamo vinto, hanno vinto tutti. E invece ci tengo a dire che l'assegnazione all'Italia, per Milano e Cortina, delle Olimpiadi invernali del 2026, è una vittoria dello Sport. Che si chiama CONI, Comitato Olimpico Italiano. È giusto sottolinearlo proprio nel momento in cui il CONI ha subìto un duro, umiliante ridimensionamento dal Governo. Nel momento in cui Giovanni Malagò da autorevole presidente dello sport nazionale è stato formalmente e sostanzialmente declassato a "curatore" dell'applicazione della volontà governativa. Ma ha vinto lui perché una delle poche istituzioni importanti e sane del Paese è proprio il…

Continua a leggere

PLATINI E UNA VICENDA SPORTIVA E POLITICA SCANDALOSA

19 giugno 2019

Platini ai ferri a Nanterre, trattenuto dai gendarmi dell'ufficio anticorruzione: la notizia ha nell'immediato il sapore della vendetta. Non è una cieca difesa di Roi Michel, che ho sempre rispettato, ma una reazione logica al suo recente sfogo contro le istituzioni calcistiche mondiali accusate di averlo trascinato in malafede nel fango. Innocente. Dopo essere stato, anche se parzialmente, riabilitato dall'accusa di violazione etica dei principi sportivi - otto anni di squalifica, ridotti a quattro, per l'accusa di Sepp Blatter di avere intascato una tangente per votare pro Qatar mondiale 2022 - ci si aspettava un logico,…

Continua a leggere

etichetta

Lifestyle



el