home
  • Seguici su LinkedIn
  • Seguici su Facebook
  • Seguici su Twitter
  • Seguici su Google+
logo

GDANSK

PALERMO (ITALPRESS) – Meglio conosciuta come Danzica, la citta’ la cui invasione segno’ nel 1939 l’inizio della Seconda Guerra Mondiale, Gdansk e’ una localita’ marittima che fa del commercio il suo punto di forza. Avendo fatto parte della Lega Anseatica, la maggior parte delle attrazioni paesaggistiche di Gdansk risalgono
a quell’epoca e architettonicamente la citta’ ha influenze fiamminghe, polacche e tedesche. Le prove restano nonostante i grandi lavori di ricostruzione degli ultimi 60 anni, ma e’ fuori dal centro, sulle rive del Baltico, al cantiere navale, che c’e’
stato il maggio impatto nella storia recente. E’ li’ che e’ nato il Sindacato Autonomo dei Lavoratori “Solidarnosc”, che poi ha portato alla fine del governo del Partito Comunista nel 1989. Sviluppatasi alle foci del fiume Motlawa e molto vicino al letto
del Vistola (fiume da 1.050km), Gdansk e’ ancora il porto principale della Polonia. Forma, insieme con la citta’ di Gdynia e con la localita’ termale Sopot, un’area metropolitana lungo 25 km di costa baltica conosciuta come Trojmiasto (Tripla Citta’).
La PGE Arena, nota come Baltic Arena prima che il gruppo energetico polacco ne acquisisse i diritti, ha una capacita’ di 44.636 posti e ospitera’ tre partite del gruppo C (10, 14 e 18 giugno) e un quarto di finale (22 giugno).
(ITALPRESS).


Share |