home
  • Seguici su LinkedIn
  • Seguici su Facebook
  • Seguici su Twitter
  • Seguici su Google+
logo

CROAZIA

PALERMO (ITALPRESS) – L’impresa di Istanbul (3-0 alla Turchia) nell’andata degli spareggi suona come un avvertimento: la Croazia puo’ dare fastidio. Del resto agli Europei per due volte su tre ha superato la fase a gironi e a disposizione di Slaven Bilic, in carica dal 2006 ma che a fine torneo lascera’ il posto a Stimac, c’e’ una rosa di tutto rispetto, soprattutto in avanti. Il ct ha l’imbarazzo della scelta con i vari Olic, Mandzukic ed Eduardo ma e’ a centrocampo che la Croazia ha l’uomo di maggior qualita’, quel Luka Modric a lungo cercato dal Chelsea la scorsa estate e
blindato dal Tottenham. Grande visione di gioco e talento indiscutibile, Modric e’ il fulcro del gioco croato e il compagno di squadra Kranjcar e’ un’ottima spalla. Occhio anche a Rakitic, esterno in forza al Siviglia e che ha fatto ben parlare di se’ ai tempi dello Schalke. Punto debole la difesa, dove Bilic non ha grandissime alternative, ma i suoi giocatori si conoscono ormai talmente bene che i meccanismi consolidati potrebbero sopperire alle lacune.
RANKING FIFA: 8^
PRESENZE AGLI EUROPEI: 4 (1996, 2004, 2008, 2012)
MIGLIOR PIAZZAMENTO AGLI EUROPEI: quarti di finale (1996, 2008)
CAMMINO DI QUALIFICAZIONE: 2^ Gruppo F (7 vittorie, 1 pareggio, 2 sconfitte, 18 gol fatti, 7 subiti); spareggi: Turchia-Croazia 0-3, Croazia-Turchia 0-0
PALMARES: –
COMMISSARIO TECNICO: Slaven Bilic (Croazia)
LA STELLA: Luka Modric (centrocampista, Tottenham)
PRECEDENTI CON L’ITALIA: 6 (3 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta; 7 gol fatti, 7 subiti). Ultimo incontro: Italia-Croazia 0-2, 16/08/2006, amichevole.
(ITALPRESS).


Share |