OROSCOPO
venerdì 20 luglio 2018
logo

L'UOMO NON NASCE PER OZIARE

6 maggio 2018

Alimenta ancora suggestioni la proposta del reddito minimo garantito soprattutto nel Sud; anzi c’è malumore diffuso: si ritiene che la promessa fatta, stia già per sfumare. I cittadini già se la prendono o con chi non avrebbe mantenuto la promessa, o con chi, contrario, ostacolerebbe questa attesa provvidenza. Ma è davvero una emergenza elargire denari pubblici, senza l corrispettivo di un impegno di lavoro? Le tesi principali di chi sostiene da decenni il reddito garantito, poggiano ideologicamente su almeno 3 punti: la irreversibile perdita dei posti di lavoro procurata dalla rivoluzione digitale; il diritto comunque di ogni persona ad avere...

Continua a leggere

IL PRIMO MAGGIO E LA CRISI DELLE PARTI SOCIALI

30 aprile 2018

Che senso ha il Primo Maggio nell’epoca della polverizzazione dei posti di lavoro, della crescita esponenziale del lavoro autonomo e para autonomo, della presenza massiccia di immigrati nei vari lavori, della diffusione dei lavori autonomi e para autonomi, dello Smart working.

I lavoratori e i lavori sono molto cambiati in questi ultimi tre decenni, e le istituzioni e le associazioni che lo rappresentano, come in ogni cosa umana, tendono ad avere un comportamento conservativo rispetto alla custodia della cultura e strumenti di salvaguardia dei diritti, che si sono sviluppati nel periodo più fecondo del periodo “fordista”.

Occorrerebbe anche porsi la domanda di...

Continua a leggere

INSEGNANTI SBEFFEGGIATI, AUTORITÀ SILENZIOSE

20 aprile 2018

Cosa sta accadendo nella scuola italiana? Quotidianamente o alunni o genitori picchiano insegnanti, i quali ben che vada, vengono offesi e sbeffeggiati. Di violenze avvenute in questi ultimi tempi, se ne possono raccontare a centinaia, e le motivazioni sono sempre le stesse: teppismo in classe, genitori contro i docenti. Quando ero bambino, mi guardavo bene da raccontare ai miei genitori di un rimprovero, o di una bacchettata dell’insegnante durante una lezione; se l’avessi fatto inesorabilmente avrei subito uno schiaffo, comunque una esemplare punizione. Cosa è successo nella società, che ha così cambiato il modo di comportarsi degli italiani? Perché generalmente...

Continua a leggere

LULA E LA PRECARIETÀ DI DEMOCRAZIA ED ECONOMIA

11 aprile 2018

Ho conosciuto Lula da Silva, l’ex Presidente brasiliano arrestato per corruzione, e francamente mi è dispiaciuto quello che gli è capitato, dopo una lunga e straordinaria esperienza nel campo accidentato del paese più importante sudamericano. L’ho incontrato a Roma, quando in visita ufficiale di Stato, con mio lieto stupore, mi chiese di concludere a Roma, i lavori della Cisl dedicati alla situazione mondiale della finanza. L’imbarazzo  del suo ambasciatore per la inusuale rottura del protocollo di Stato, fu dribblato con l’affermazione: “sono il Presidente del Brasile, ma mi sento ancora sindacalista. Credetti comunque che fu un modo per sdebitarsi con...

Continua a leggere

OMICIDIO TARANTELLI, RADICE ODIO E FAZIOSITÀ

27 marzo 2018

Sono passati tanti anni dalla uccisione dell’economista Ezio Tarantelli da parte delle Brigate Rosse. Era il 27 marzo 1985 e fu giustiziato da criminali terroristi presso la Università La Sapienza di Roma, per aver messo a disposizione della Cisl e del movimento sindacale una utile impostazione economica, che avrebbe - come poi accadde - sterilizzato gli effetti nefasti dell'inflazione che falcidiava il valore dei salari, minando la stessa economia.

La belva cieca dei brigatisti si avventò sul Professore, che con la sua proposta, avrebbe rimesso in discussione strumenti di garanzia oramai logori per gli interessi dei lavoratori. Ci fu una eccessiva...

Continua a leggere

etichetta

Lifestyle