OROSCOPO
sabato 22 settembre 2018

SNAM, NEL 2017 RICAVI IN CRESCITA

14 marzo 2018

Snam chiude il 2017 con ricavi totali che ammontano a 2.441 milioni, in aumento di 26 milioni, pari all’1,1%. L’utile operativo adjusted ammonta a 1.363 milioni, in aumento di 27 milioni, pari al 2,0%, rispetto all’utile operativo pro-forma adjusted del 2016. L’utile netto adjusted si attesta a 940 milioni, in aumento di 95 milioni (+11,2%;) rispetto all’utile netto proforma adjusted dell’esercizio 2016. L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2017 5 ammonta a 11.550 milioni (11.056 milioni al 31 dicembre 2016). L’indebitamento finanziario netto, dopo il pagamento agli azionisti del dividendo 2016 (718 milioni) e il flusso di cassa derivante dall’acquisto di azioni proprie (210 milioni), registra un aumento di 494 milioni rispetto al 31 dicembre 2016, incluse le componenti non monetarie correlate all’indebitamento finanziario (11 milioni). Proposta all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,2155 euro per azione, di cui 0,0862 euro per azione già distribuiti nel mese di gennaio a titolo di acconto e 0,1293 euro per azione a saldo, in pagamento a partire dal 20 giugno con stacco cedola fissato il 18 giugno. I volumi di gas immesso in rete nel 2017 ammontano complessivamente a 74,6 miliardi di metri cubi, in aumento di 4 miliardi di metri cubi rispetto al 2016 (+5,6%). 

Il CEO di Snam Marco Alverà presenta a Londra l’update del piano della società per il periodo 2017-2021, approvato ieri dal Cda. Lo scenario nazionale e internazionale nell’arco del piano richiede uno sviluppo di infrastrutture nel settore del gas naturale. Per quanto riguarda Snam, l’aumento degli investimenti, le nuove iniziative, il programma di efficienza, l’incremento del contributo delle consociate e la riduzione degli oneri finanziari consentiranno alla società di ottenere una crescita sostenibile dei principali indicatori lungo il periodo di piano. L’incremento medio annuo (CAGR) della RAB consolidata è atteso attorno al 2% rispetto all’1,4% del piano precedente a parità di metodologia di calcolo. La RAB comprensiva delle consociate pro-quota è prevista in crescita a un tasso simile. Con riferimento al 2016, l’EBITDA crescerà nell’arco di piano dell’1,5% medio annuo, l’utile operativo è confermato in crescita dell’1% medio annuo, mentre l’utile netto crescerà nell’ordine del 4,5% annuo rispetto al 4% del piano precedente.

 

 


Share |



MERCATO GLOBALE? INFORMAZIONE TOTALE
Gli assetti finanziari ed economici internazionali cambiano alla velocità della luce. Italpress corre dentro i fatti per fornirvi ogni giorno notizie affidabili. Italpress fornisce dati precisi, direttamente attinti dalle istituzioni, dagli organismi internazionali, nazionali e regionali, dalle organizzazioni di categoria e dai sindacati.

SETTORI DI PARTICOLARE ATTENZIONE
Mercati emergenti, new economy, telecomunicazioni, assicurazioni e credito. Oltre a questi, informazione quotidiana sui movimenti della grande industria e della media e piccola impresa. Servizi e interviste ai protagonisti italiani e stranieri del business e della finanza.

MONDO DEL LAVORO
Grande attenzione all’occupazione, al lavoro giovanile, alle opportunità di formazione e di impiego in Italia e all’estero.

SCENARI
I sondaggi, le indagini e gli studi degli istituti di ricerca più accreditati sulle realtà economiche e sociali italiane ed estere.