OROSCOPO
martedì 19 febbraio 2019

BOSCH CRESCE GRAZIE A SOLUZIONI CONNESSE

12 dicembre 2018

Bosch cresce grazie alle soluzioni connesse per l’energia e le costruzioni. Lo scorso anno, il settore di business Energy and Building Technology ha venduto circa 13 milioni di dispositivi in grado di connettersi, dai sistemi di riscaldamento, raffreddamento e ventilazione per gli edifici fino alle applicazioni di domotica.L’azienda prevede che nel 2018 il fatturato nel settore arrivi a toccare i 5,5 milioni di euro, con un aumento del 2% o del 6% al netto degli effetti valutari. 

Nel settore dell’energia e della tecnologia per le costruzioni, la connettività e l’IA possono portare maggiori sicurezza, efficienza e praticità. La divisione Building Technologies offre telecamere che utilizzano l’analisi intelligente delle immagini, per esempio, per individuare incendi. Grazie al controllo diretto di situazioni potenzialmente pericolose, queste telecamere individuano fiamme e fumo in pochi secondi, impiegando un tempo minore rispetto ai tradizionali rilevatori di fumo. Non è necessario che il fumo raggiunga il soffitto perché scatti l’allarme: questo consente di limitare i danni e forse anche di salvare delle vite.

L’azienda prevede investimenti in questo campo, con circa 300 milioni di euro destinati all’ampliamento del Bosch Center for Artificial Intelligence (BCAI) entro il 2021. Attualmente, presso il BCAI lavorano complessivamente 170 esperti, un numero che nel futuro aumenterà fino a raggiungere le 400 unità. Il centro si sta occupando di circa 80 progetti di sviluppo in settori che vanno dalla guida autonoma alle applicazioni per la medicina e la produzione. Molti di questi progetti sono portati avanti con la collaborazione di istituzioni accademiche, quali le università tedesche di Tubingen e Stoccarda e quella olandese di Amsterdam.

Bosch sta concentrando la propria attenzione sulle piattaforme e le attività di partnership nel campo dell’energia e delle tecnologie per le costruzioni. Per questo motivo l’azienda poche settimane fa ha istituito Security and Safety Things GmbH (SAST), una consociata interamente detenuta da Bosch. La startup sta lavorando sulla prima piattaforma IoT aperta per le app delle telecamere di sicurezza. L’obiettivo di SAST è una soluzione senza precedenti: un sistema operativo che consenta di programmare e controllare le app per diverse tipologie di telecamere di sicurezza. Così per l’aggiornamento delle telecamere di marche diverse non saranno più necessari innumerevoli software, ma ne basterà uno solo. 

Dopo cinque anni alla guida del settore di business Energy and Building Technology, dal primo gennaio 2019 Stefan Hartung, membro del Board of Management di Bosch, responsabile del settore Energy and Building Technology, cederà il posto a Christian Fischer. Prima di entrare a far parte del Board of Management di Bosch il primo ottobre 2018, Fischer è stato senior partner della società di consulenza strategica aziendale Roland Berger. Fischer ha un dottorato in Economia.


Share |




etichetta

Bosch su YouTube

  • Ultrashort pulse laser – ...
  • The Bosch process – a re...

vedi altri video »



etichetta

Bosch su Facebook


etichetta

Bosch su Twitter