OROSCOPO
giovedì 16 agosto 2018

NEL FONDALE DI PANAREA 200 "CAMINI" VULCANICI

8 febbraio 2018

Si chiama smoking land, il sito idrotermale, con oltre 200 camini vulcanici, scoperto nel fondale marino tra l’isola vulcanica di Panarea e l’isolotto di Basiluzzo, nell’arcipelago eoliano, da un gruppo di ricercatori dell’Istituto di Scienze Marine del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ISMAR-CNR), Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), in collaborazione con la Marina Militare, Università di Messina e di Genova e l’Istituto per l’ambiente marino costiero (Iamc-Cnr). Lo studio, dal titolo Exceptional discovery of a shallow-water hydrothermal site in the SW area of Basiluzzo islet (Aeolian Archipelago, South Tyrrhenian Sea): an environment to preserve), e pubblicato su Plos One, fornisce nuove e importanti informazioni sulle caratteristiche minero-geochimiche e biologiche dei sistemi idrotermali superficiali del mar Mediterraneo.

“Lo Smoking Land”, afferma Federico Spagnoli, ricercatore ISMAR-CNR, “è costituito da decine di strutture a forma di cono, composte soprattutto da ossidi di ferro, che presentano un’altezza variabile da 1 a 4 m e una base con diametro medio di circa 3.8 m. Alcune di queste bocche emettono fluidi acidi, ricchi di gas, in prevalenza di anidride carbonica”. Una struttura così estesa e complessa non trova eguali in Mediterraneo ma solo in alcune aree oceaniche.

La scoperta, frutto di un’intuizione di Giovanni Bortoluzzi (oceanografo ISMAR-CNR, recentemente scomparso), nasce a seguito di una serie di indagini dell’Ingv volte a capire la natura di una improvvisa e forte attività esalativa che nel novembre 2002 ha iniziato a manifestarsi copiosamente tra gli isolotti di Panarea. Da quel momento, numerose sono state le campagne oceanografiche a bordo delle navi Astrea dell’ISPRA ed Urania del CNR e di unità della Marina Militare, per studiare l’area interessata e individuare altre zone di degassamento.

“Fino a quando nel 2015, durante una di queste campagne alle Isole Eolie, a bordo della nave Astrea”, spiega Teresa Romeo, primo ricercatore dell’Ispra, “il ROV - Remotely operated underwater vehicle un robot filoguidato dotato di una videocamera, una fotocamera e un braccetto meccanico - non ha individuato, in una zona del fondale a sud dell’isolotto di Basiluzzo poi chiamata Smoking Land, numerosi camini fortemente colonizzati da alghe e organismi bentonici, alcuni dei quali con evidenti fuoriuscite di fluidi idrotermali e bolle di gas”.


Share |



AMBIENTE, ECONOMIA, NATURA: LE NEWS SEMPRE VERDI
Una finestra sull’ambiente, con un’attenzione particolare e qualificata. Un servizio per chi si impegna nella ricerca e nella tutela ambientale, dalle aziende più attente e responsabili alle associazioni e al volontariato.

NATURA
Alla scoperta di luoghi sani, ancora incontaminati: parchi naturali, aree protette, oasi ecologiche.

RISORSE
Le nuove frontiere delle scoperte scientifiche in favore dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile.

ALIMENTAZIONE
Servizi, dati e aggiornamenti dal mondo del biologico e sull’importanza dell’agricoltura nella nostra dieta quotidiana.

LEGISLAZIONE
Le principali novità legislative che riguardano l’ambiente, con gli interventi del ministero, del Governo e delle autorità internazionali.

FRONTE AMBIENTALISTA
Italpress dà voce e spazio alle organizzazioni nazionali e internazionali, alle imprese e agli enti impegnati nella salvaguardia dell’ambiente, anche nel settore del volontariato e del no-profit.

APPUNTAMENTI
Tutti gli aggiornamenti sulle principali iniziative legate all’ambiente, dai convegni alle fiere, dagli incontri istituzionali ai summit internazionali.