OROSCOPO
sabato 22 luglio 2017
Universita di Bari Aldo Moro

PARTICELLA Xi, RICERCATORI UNIBA PARTECIPANO A PROGETTO

12 luglio 2017

Una nuova particella è stata scoperta da LHCb, un esperimento di fisica delle alte energie a cui il Dipartimento Interateneo di Fisica “M. Merlin” e la Sezione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Bari partecipano dal 2010. 

Dopo la scoperta di 5 nuovi barioni Omegac, che ha visto protagonista lo stesso gruppo di Bari, è la volta di un altro barione, denominato Xicc++, a destare l'attenzione della comunità scientifica internazionale. Tale particella, la cui esistenza è stata teorizzata 30 anni fa, è l'unica finora conosciuta ad essere costituita da due quark pesanti (tipo charm) e da un quark leggero (tipo up). 

La scoperta è avvenuta all'acceleratore LHC (Large Hadron Collider) situato presso il laboratorio CERN di Ginevra, un progetto internazionale che vede l'Italia in prima fila grazie ai finanziamenti dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Il prossimo obiettivo sarà quello di studiare le proprietà della nuova Xicc++ e di osservare le particelle "sorelle": Xicc+ e Omegacc+, previste dalla teoria e non ancora osservate.

 

(Immagine del CERN)

 

Share |


Commenti disabilitati per questo articolo

etichetta

Uniba news

etichetta

Università di Bari su Facebook


etichetta

Università di Bari su Twitter



etichetta

Università di Bari A. Moro su YouTube

  • Homepage Uniba
  • UniBA: una casa dove appren...

vedi altri video »