OROSCOPO
martedì 23 maggio 2017

GIOVANI:MELONI "BENE DRAGHI,MA BANCHE COMINCINO A INVESTIRE SU GIOVENTÙ"

02/11/2011 09.31

-Newsletter ministero della Gioventù-

ROMA (ITALPRESS) - "Sono d'accordo con Mario Draghi e lo ringrazio perche' non perde occasione di sottolineare il ruolo dei giovani italiani nell'uscita dalla crisi. Non possiamo immaginare di imboccare la via dello sviluppo se non riusciamo a liberare l'energia creativa delle nuove generazioni". Lo afferma in una nota il ministro della Gioventu', Giorgia Meloni.
"Per avere successo - prosegue il ministro Meloni - occorre rimuovere i troppi ostacoli che i ragazzi si trovano di fronte e su questo il governo e' fortemente impegnato. Con la manovra di quest'estate e' stata stabilita la tassazione piu' vantaggiosa in Europa per le nuove attivita' avviate dai giovani fino al compimento dei 35 anni. E questo e' solo l'ultimo esempio delle azioni sulle quali il governo ha investito miliardi di euro. Ma per consentire ai giovani italiani di avere un ruolo trainante nella societa' occorre anche adeguare questa societa' a un mercato del lavoro ormai cambiato. Invece si considerano ancora figli di un dio minore i ragazzi che hanno contratti di lavoro atipici o a tempo determinato".
"Per questo, ad esempio - continua la Meloni - abbiamo creato il fondo di garanzia per l'accesso delle giovani coppie di precari all'acquisto della prima casa e un fondo per lo studio che ricalca il sistema del prestito d'onore. L'abbiamo fatto per combattere una discriminazione, nella speranza che, nel prossimo futuro, le banche italiane non abbiano più bisogno della garanzia pubblica e comincino finalmente a scommettere autonomamente sulle nuove generazioni. Anche così - conclude Meloni - si abbattono le barriere che i ragazzi di oggi si trovano a dover superare".
(ITALPRESS).