OROSCOPO
martedì 23 maggio 2017

GIOVANI: MELONI "LIVATINO È GIÀ MARTIRE LAICO DELLA LOTTA ALLA MAFIA"

07/10/2011 09.31

-Newsletter ministero della Gioventù-

ROMA (ITALPRESS) - "Il giudice Rosario Livatino è già un martire laico della lotta alla mafia, ma sono convinta che la canonizzazione contribuirà a rafforzare tra i giovani la sua figura di difensore del bene e di ciò che è giusto". Queste le parole del ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, in merito al processo di canonizzazione di Rosario Livatino, il magistrato ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990.
"L'edizione 2011 di Atreju - prosegue il ministro Meloni - ha visto la realizzazione di un murale, dedicato alla memoria di quattro giovani italiani che seppero gridare il proprio no alle mafie e alla cultura dell'illegalità sino all'estremo sacrificio. Tra questi anche Rosario Angelo Livatino, magistrato, assassinato dalla mafia a soli 38 anni".
"L'esempio e la storia di tutti questi giovani martiri - conclude il ministro della Gioventù - si sono trasformati in colori e immagini realizzate da giovani come loro, che attraverso la creatività e l'impegno civile ne raccolgono il testimone per trasmetterlo ai loro coetanei e alle generazioni che verranno".
(ITALPRESS).