OROSCOPO
martedì 21 novembre 2017

ADICONSUM, OGNI ANNO 2500 PRATICHE

28 aprile 2017

Dal 1987 Adiconsum, associazione promossa dalla Cisl, opera a difesa dei consumatori e dell'ambiente oltre ad essere componente della Commissione Nazionale Consumatori ed Utenti presso il Ministero dello Sviluppo Economico. In Sicilia Adiconsum è guidata da Vincenzo Romeo, di recente confermato nel ruolo di presidente. Nell'isola l'associazione è presente su tutto il territorio con almeno una sede negli ex capoluoghi di Provincia e, in diverse provincie, con diverse sedi comunali. Nel corso dell'ultimo quadriennio l'associazione ha registrato una media di poco meno di 15.000 iscritti e, nello stesso periodo, hanno chiesto assistenza circa 6.000 consumatori/utenti con un trend crescente di anno in anno. "Le azioni di difesa dell'associazione - ha detto Romeo durante un forum organizzato dall'ITALPRESS - si sviluppano sopratutto lungo tre azioni: formazione, informazione e tutela individuale e collettiva del consumatore-utente".

"L'azione di difesa individuale degli iscritti - sottolinea l'associazione dei consumatori - è stata maggiormente incisiva in quei settori dove è presente la conciliazione paritetica, procedura che ha come obiettivo quello di trovare una soluzione senza ricorrere alle vie giudiziarie ottenendo oltre l'85% di soluzioni positive dei casi proposti. E questi sono stati anche i settori per i quali i consumatori/utenti si sono maggiormente rivolti a noi. In particolare il settore della telefonia e quello dell'energia che da sole hanno rappresentato il 65 per cento delle richieste di aiuto in questo quadriennio".

"Altre richieste di aiuto sono pervenute in materia di servizi. Ad esempio ad Enna - continua Romeo - molti cittadini si sono rivolti a noi per le tariffe sulla spazzatura, ad Agrigento per quelle dell'acqua con l’avvio di una serie di procedure conciliative con Girgenti Acque. In questi ultimi casi le procedure non sono ancora definitive. Diversi casi hanno riguardato viaggi e vacanze ma anche il mondo delle banche, dai tassi usurai agli interessi anatocistici. In questi casi i risultati sono stati assai modesti, soprattutto a causa di una mancanza di disponibilità del mondo bancario a trovare soluzioni diverse da quelle giudiziarie". 

"Adiconsum non vuole essere un sindacato ma anche qualcosa di più - ha sottolineato Romeo -. Ovviamente del sindacato Cisl condividiamo i valori, a partire dalla solidarietà. Il nostro obiettivo è avere un ruolo sociale difendendo il consumatore sia dalla piccola truffa o dal piccolo problema, ad esempio, con la bolletta elettrica, o informandolo sui rischi che può correre con le truffe contrattuali o ancora tutelandolo su utenze e servizi pubblici. Altri si sono rivolti a noi per le multe con l’autovelox o sulle strisce blu. E non dimentichiamo il ruolo delle authority che in Italia è abbastanza efficiente”. 

“Per noi essere presenti sul territorio è fondamentale, non ci limitiamo, come fanno altre associazioni, a mandare un giornalino a casa e a fornire un servizio di call center".

In Sicilia però  c'è ancora molto da fare, a partire da una normativa ormai superata: "Adiconsum fa parte della Crcu - ha spiegato Romeo -, la Commissione Regionale Consumatori Utenti. Manca però una sinergia, un coordinamento a livello istituzionale: tutto è affidato alle associazioni di consumatori, alcune delle quali non sono istituzionalizzate. Questo è anche un po’ colpa delle associazioni, ma va detto che nell'isola ce ne sono almeno trenta perché la normativa regionale è antecedente a quella nazionale del 1994 quando ad un'associazione bastava dimostrare una sola volta di avere 100 iscritti per essere riconosciuta come tale. Adiconsum è fra le più grosse in Sicilia con circa 20mila iscritti e ci occupiamo ogni anno di 2.500-3.000 pratiche: il nostro primo obiettivo è evitare che questi problemi diventino contenziosi cercando la conciliazione". 

Il caso del momento riguarda Alitalia e i rischi per i clienti che hanno già acquistato un biglietto: "Rispetto al passato, e penso al caso Wind Jet, Enac ha preso una posizione corretta dando rassicurazioni in tal senso. Nel caso di Wind Jet si arrivò ad esempio al fallimento immediato. In questo caso invece allo stato attuale il consumatore è cautelato. Va detto che normalmente con Alitalia c’è la possibilità di proporre una conciliazione ma non credo che al momento sia possibile, è probabile che la compagnia sospenda tutto. Non conviene a nessun far fallire Alitalia ma oggi non credo che ci sia un vero e proprio rischio per chi ha comprato il biglietto.

Diverso è il  caso dell’overbooking o di eventuali tagli alle tratte a causa della crisi della compagnia". 

In Italia esiste uno strumento a tutela dei consumatori che si chiama class action ma per Romeo "è una grande burla, non funziona perché è un'enunciazione di principio. Non ha nulla a che vedere con quella americana". 

 

 


Share |



L’INFORMAZIONE LOCALE CAPILLARE E TEMPESTIVA
Ogni giorno, oltre 200 news e servizi per coprire capillarmente ogni aspetto della vita siciliana: cronaca, sport, politica, sindacati, economia, turismo, ambiente, cultura e spettacolo.

POLITICA
L’attività parlamentare e quella del Governo siciliano, le notizie più importanti delle 9 province, dei 9 capoluoghi di provincia oltre che dei principali Comuni siciliani.

CRONACA
Dalla nera alla bianca, passando anche per la rosa: tutto quanto fa cronaca in un solo click.

ECONOMIA
Le principali notizie sul mondo economico e sindacale siciliano, sulle sue aziende e sui suoi protagonisti.

SPORT
I principali avvenimenti sportivi siciliani e delle squadre isolane impegnate in Italia ed all’estero, le curiosità, i risultati e i commenti.

SPETTACOLO
I principali appuntamenti culturali e di spettacolo: prime teatrali, mostre, concerti ed incontri. Notizie, recensioni, interviste e commenti con i protagonisti dello spettacolo in Sicilia.