OROSCOPO
giovedì 25 maggio 2017
Ministero della Salute - SalutExpo 2015

DA MINISTERO SALUTE POLITICHE SANITARIE PER IODOPROFILASSI

24 novembre 2015

L'assunzione di iodio è essenziale per il corretto funzionamento della tiroide, la cui carenza causa gozzo e anche gravi disordini neuro-cognitivi. Per questa ragione, il ministero della Salute da anni è impegnato per le politiche sanitarie di Iodoprofilassi. Una dieta equilibrata con 2 porzioni di pesce a settimana, latte tutti i giorni, e un po' di formaggio, garantisce solo il 50 % del fabbisogno giornaliero di iodio (90 microgrammi nei bambini fino a 6 anni, 120 microgrammi in età scolare (7-12 anni) 150 microgrammi negli adulti). Durante la gravidanza e l'allattamento il fabbisogno aumenta a 250-300 microgrammi al giorno per un corretta funzione tiroidea materna e fetale, indispensabili per lo sviluppo del sistema nervoso centrale del feto. E', quindi, necessario che l'assunzione quotidiana di iodio con l'alimentazione venga integrata. 

L'utilizzo di sale iodato consente di coprire il fabbisogno giornaliero fornendo 30 microgrammi di iodio per grammo di sale.

Purtroppo il sale iodato continua a non essere utilizzato da una rilevante percentuale della nostra popolazione, anche a causa di alcuni timori e preconcetti e a questo proposito giova ricordare che il sale iodato è un alimento e non un farmaco e non ha effetti collaterali. L'OMS raccomanda di mantenere il consumo giornaliero di sale sui 3-5 g per il rischio di malattie cardiovascolari.

Mantenendo il consumo del sale entro questi limiti, il sale iodato aggiunto agli alimenti, consente di raggiungere una quantità giornaliera di iodio paria 90-150 microgrammi che è sufficiente a garantire un adeguato apporto iodico nella larga maggioranza della popolazione.

(ITALPRESS).


Share |




etichetta

Ministero Salute su YouTube

  • Carabinieri NAS di Bologna:...
  • Lorenzin presenta la 2a gio...

vedi altri video »




etichetta