OROSCOPO
giovedì 19 ottobre 2017

UNICREDIT, CONTINUA A PUNTARE SUL MATTONE

16 maggio 2015

ROMA (ITALPRESS/IL GHIRLANDAIO) - Prezzi in calo ancora del 2,9% e intenzioni di acquisto sempre basse. Eppure, i primi mesi del 2015 confermano quei segnali di ripresa tanto attesi per il mercato immobiliare italiano. A confermarlo è l'ultima ricerca curata da Nomisma, presentata presso la sede di Unicredit a Milano. Sarebbe proprio la discesa dei prezzi a dare più fiducia agli italiani e, quindi, a conferire un nuovo impulso alle compravendite: secondo l'Osservatorio Immobiliare di Nomisma, il 2015 dovrebbe chiudersi ai livelli di quattro anni fa, superando cioè le 500 mila compravendite. Parallelamente aumenta il numero di transazioni sostenute da mutuo: +12,7%, mentre nel 2015 ci si aspetta un'ulteriore aumento del 30%, per un totale di circa 32 miliardi di euro erogati. In questo quadro si colloca l'azione di Unicredit, che continua lungo la strada del sostegno al settore sia attraverso finanziamenti agevolati agli operatori del comparto edile, sia aumentando il numero di servizi offerti ai clienti e riservando una corsia preferenziale a chi ha meno di 40 anni. Il progetto "Ripresa Cantieri", per esempio, ha già coinvolto 520 cantieri per 9 mila alloggi in tutta Italia, rendendo così possibile la vendita di immobili per oltre 180 milioni. Le famiglie supportate nell'acquisto di un'abitazione sono state 30 mila solo nel 2014 e le nuove erogazioni di mutui residenziali sono raddoppiate, superando quota 3 miliardi: in altre parole, un mutuo su cinque è targato UniCredit. C'è però anche tutta la nuova rete di servizi che il gruppo guidato da Federico Ghizzoni sta offrendo ai propri clienti: dalla "carta d'identità" del patrimonio immobiliare, richiesta già da 200 mila famiglie, al "fascicolo casa", dove fra l'altro le caratteristiche dell'immobile vengono certificate da un perito terzo. E ancora, stanno per essere lanciati "Mutuo Valore Italia Giovani", finanziabile fino al 100% per chi è sotto i quarant'anni, e Mutuo Rent To Buy, per quanto vivono in affitto e decidono poi di acquistare l'abitazione a un prezzo pattuito. Anche la novità dell'anno scorso, cioè UniCredit Subito Casa, sta dando i risultati sperati, grazie a una rete di 500 agenti immobiliari che operano su tutto il territorio nazionale. Il Country Chairman Italia Gabriele Piccini ha confermato che, alla fine di quest'anno, la società controllata al 100% dall'istituto bancario sarà in breakeven e nel 2016 comincerà a registrare un risultato netto positivo.
(ITALPRESS).

Share |


Commenti disabilitati per questo articolo