RALLY: PEUGEOT COMPETITION TOP 2011. LEONI "FORMULA ANCORA VINCENTE"

2 agosto 2011

PALERMO (ITALPRESS) – “Siamo freschi di festeggiamenti del sesto titolo italiano con Paolo Andreucci. Lui, Luca Rossetti e Andrea Aghini, tre campioni italiani che sono cresciuti e si sono formati all’interno del Peugeot Competition che e’ stato ed e’ un preziosissimo vivaio per il rallismo italiano. Questo e’ il 31esimo anno di attivita’ nei trofei promozionali, segnale di un Marchio che ha saputo interpretare costantemente le esigenze dei propri clienti sportivi” dice Carlo Leoni responsabile dell’attivita’ sportiva di Peugeot Italia, facendo il bilancio a meta’ stagione del Peugeot Competition Top 2011. “Siamo ora al giro di boa della stagione: anche quest’anno la formula scelta sta producendo i suoi frutti, con tanti giovani protagonisti nel Competition e nei rally. Aspettiamo gli ultimi due appuntamenti della stagione – Alpi Orientali e Sanremo – per vedere chi salira’ a ottobre sulla 207 Super 2000 di Peugeot Italia nella pista Pirelli di Vizzola; sara’ un’occasione speciale per trascorrere una giornata “da ufficiale” assieme a Paolo Andreucci – Anna Andreussi, al team Racing Lions e allo staff Pirelli” conclude Leoni. Tocca ora ai protagonisti, ai piloti, dire la loro al termine della prima parte della stagione. “Sono molto soddisfatto della mia prima parte di stagione” attacca il 23enne pavese Mirko Vercesi, leader delal classifica con 58 punti. “All’inizio ho dovuto prendere le misure della 207, che e’ molto diversa dalla 106 da cui arrivo. Ma via via sono cresciuto anche grazie all’ottimo lavoro del team R3 e di Masina Palitta e Giancarla Guzzi che si sono alternate al mio fianco. Ora sono fiducioso per le finali. Ci arrivo da primo in classifica ma vuol dire poco, perche’ d’ora in poi dovro’ scartare: ma intanto i miei 58 punti sono gia’ in carniere. Il favorito per la vittoria finale? Non credo ci possa essere un vero favorito a priori quando la lotta e’ cosi’ ravvicinata”. Alle spalle di Vercesi c’e’ Alessio Beneventi, con 55 punti “Sono contento per le mie prestazioni ma dispiaciuto per come e’ finito il girone IRCup: l’ho perso quando lo avevo ampiamente in pugno e non certo per mio demerito, ma piuttosto per un pasticcio altrui” dice il 39enne pilota pistoiese. “Di sicuro mi sono divertito e la 207 della Autova mi piace molto. Peccato che dopo la prima gara mi sia venuto a mancare Cogni come punto di riferimento per il mio livello di competitivita’. Ma e’ una cosa che scopriro’ presto: nelle due gare conclusive dove intendo giocarmi la vittoria finale. Il rally del Friuli l’ho gia’ corso nel 2007 e mi piace molto: e’ gia’ un buon punto di partenza”. A quota 55 c’e’ anche Claudio Mattana: “Sono tornato quest’anno alle corse con il team OVS dopo due anni di assenza ed ho dovuto da una parte togliermi la ruggine e dall’altra familiarizzare con una 207 che mi piace sempre di piu’. Anche la serie Peugeot mi piace molto anche se avrei preferito che ci fossimo tutti in tutte le gare e non solo nelle ultime due” rimarca il 34enne rallista di Chivasso. “Bouvier ha un bel passo ma non e’ irraggiungibile: gia’ a Reggio Emilia gli sono stato molto piu’ vicino che ad Aosta. Nei prossimi giorni mi faro’ aiutare dalla scuola di Vittorio Caneva per perfezionarmi nella guida e nello sfruttare una vettura assai diversa da quelle che usato in passato. Pur non conoscendo il valore di chi ha corso nell’altro girone ritengo di potermi giocare il titolo”. A quota 50 un altro piemontese, Omar Bouvier: “Con la 207 della OVS mi sono trovato subito bene: ha delle doti eccezionali ed un comportamento fantastico specie sul viscido, ed anche il Peugeot Competition e’ molto ben organizzato e gestito. Mi e’ venuto subito tutto naturale come dimostrano le due vittorie nelle altrettante gare che ho sinora disputato e quindi accetto volentieri di essere fra i favoriti” afferma il pilota di Pinerolo. Non conosco il Rally del Friuli ma so che amo le prove lunghe, quindi dovrebbe fare al caso mio: spero proprio di poter continuare nelle due gare finali il ruolino ottenuto sinora. I miei principali avversari? Quando di fatto si decide tutto in due gare e tutti possono sulla carta ancora vincere non ci sono che principali avversari!”. Lontano dalle prime posizioni Mirko Strambi. Il 35enne livornese, pero’, non e’ stato tra i favoriti della dea bendata. “Sinora la mia stagione e’ stata segnata dalla scarsa fortuna, quindi spero di potermi rifare d’ora in poi, specie se la sorte sara’ piu’ benevola. Nelle gare sin qui disputate c’e’ sempre stato qualche intoppo piu’ o meno grande che mi ha frenato. Punto molto sul Rally del Friuli, visto che e’ una gara molto bella e che ho gia’ avuto modo di fare con ottima riuscita. Chi sara’ il campione 2011? Di sicuro sara’ una lotta molto combattuta anche se vedo tre piloti con qualche possibilita’ in piu’: Omar Bouvier per come si e’ mostrato sinora veloce, Gabriele Cogni per le prestazioni e la conoscenza della vettura, ed Alessio Beneventi per le sue doti al volante. Strambi? Ovviamente ci provero’, sicuro di poter dare il massimo anche perche’ la Autova mi dara’ come sempre il massimo”. Carlo Fontanone, altro piemontese doc, visto che e’ cuneese, e’ ad un bivio per il prosieguo della sua stagione nel Peugeot Competition Top 2011. “Decidero’ in questi giorni ma alla fine credo che rinuncero’ al Rally del Friuli per correre il Valli Cuneesi, incredibilmente spostato alla stessa data, visto che sia per questioni di tempo che di opportunita’ di campionato IRCup Pirelli mi pare la soluzione piu’ indicata. Non era e non e’ nelle mie ambizioni vincere il Peugeot Competition Top. Per le conseguenze di un infortunio sul lavoro ho iniziato la stagione in ritardo ma sono comunque soddisfatto della mia stagione e grato a Peugeot che propone sempre serie interessanti per noi privati ed a cui io partecipo da piu’ di dieci anni. I favoriti per la vittoria finale? Nessuno e’ escluso ma forse Bouvier e Cogni hanno qualcosa in piu’”. E’ tra i piu’ esperti, nonostante sia tra i piu’ giovani, Gabriele Cogni: “La 207 in versione Evoluzione e’ semplicemente fantastica ed io la conosco molto bene visto che ho partecipato a tutte e tre le edizioni della serie. Il primo anno ho vinto fra gli Under 25, l’anno scorso uno dei gironi, quest’anno cerco il primato assoluto. Avevo iniziato bene, vincendo, ma l’incidente di Parma mi ha costretto a stare fermo per due mesi e mi mette nelle condizioni di dover vincere ad ogni costo le prossime gare visto che ho un solo risultato all’attivo e parto a Udine in coda ai sette in lizza per il titolo di stagione” dice il 23enne piacentino. “La gara test di rientro la scorsa settimana mi ha tranquillizzato: Questo Peugeot Competion Top me lo posso ancora giocare anche se non avro’ alcun margine d’errore”.
(ITALPRESS).


Share |