OROSCOPO
venerdì 12 febbraio 2016
logo

PIU' DI UN BUON MOTIVO PER VEDERE JUVE-NAPOLI

9 febbraio 2016

C'e' piu' di un buon motivo per vedersi, sabato sera, Juve-Napoli: tanto per cominciare, potrebbe essere - condizionale prudenziale - una partita di calcio. Non una resa dei conti (Juve sconfitta al San Paolo); non una faida campanilistica; non un demenziale conflitto razziale (l'Italia e' fatta, facciamo gli italiani?); non una bolgia infernale (piaceva a Conte per innescare l'Intensita'); non un passo definitivo verso lo scudetto, che' resteranno tredici giornate, e conteranno soprattutto le ultime.

Anche se un lembo di quel tricolore inventato dal Vate D'Annunzio sventolera' nel cielo sovrastante lo Stadium bianconero....

Continua a leggere

DOVERI IN VACANZA E L'UOMO GIUSTO PER SFIDA-SCUDETTO

8 febbraio 2016

C'è un arbitro, Daniele Doveri di Roma, che dovrebbe prendersi una vacanza. Sta al designatore, Messina, consigliargliela. O imporgliela. Quello che ha combinato a Napoli ha rischiato di avvelenare un campionato che, escluse le ripetute e a volte gratuite proteste di Mancini, avanza verso la conclusione senza produrre scandali o contestazioni feroci. Anzi: son di pochi giorni fa gli elogi spesi per Irrati e la sua intelligente direzione di Lazio-Napoli, in particolare per la sospensione decretata in favore di Koulibaly insultato dai fessi dell'Olimpico. Direte: già che ci sei, proponi un riposino anche per Massa di Imperia che ha ignorato...

Continua a leggere

I TIFOSI RAZZISTI LASCINO LA CASA DELLO SPORT

5 febbraio 2016

L'arbitro Irrati ha sospeso per quattro minuti Lazio-Napoli a causa dell'indecente comportamento di certi tifosi, "una minoranza" - dice Pioli - si', una minoranza particolarmente rumorosa il cui vociare volgare e violento dominava l'Olimpico ormai diventato contenitore di vergogna antisportiva. Tanto valeva chiuderla li', approfittando del risultato, e salvare la faccia a Roma e al suo tempio sportivo. Non e' un capriccio snobistico, questa sottolineatura della "sacralita'" - come direbbe Desmond Morris - del luogo che ricorda al mondo gli umanissimi Giochi del Sessanta destinati a rilanciare l'Immagine di un Paese che si chiama Italia dopo una guerra feroce, quindi...

Continua a leggere

MANCINI POCO UMILE E ALLEGRI SCALTRO

2 febbraio 2016

L'umiltà è come il coraggio: se uno non ce l'ha non se la può dare. Sempre che non diventi - come dire? - uno strumento professionale. Sei un soldato, vai in guerra? Be', prima di farti ammazzare il coraggio lo tiri fuori. E l'umiltà? Se fai l'allenatore devi trovarne una riserva, sennò sei bruciato. Non l'insegnano a Coverciano, non è virtù assai diffusa, ma ad esempio Arrigo Sacchi ne parla, dice "umiltè", non ne fa grande uso ma la predica. E ha ragione. Mancini ama poco Sacchi, troppo se stesso, e non ne fa uso neanche...

Continua a leggere

NAPOLI E JUVENTUS FINALMENTE IN FUGA

1 febbraio 2016

E il modo ancor mi esalta. Napoli e Juve finalmente in fuga. Una coppia che fa improvvisamente ricco un campionato afflitto da quotidiane miserie e da imperdonabile disfattismo. Turbato dall'ennesima puntata del calcioscommesse; dall'invasione di campo della Finanza; dalla disputa scandalosa sui diritti televisivi; da un mercato insulso e suicida dal quale esce protagonista la Sampdoria che fu di Mantovani e Garrone e che, regnante il "Viperetta", si separa dal suo campione, Eder, per dare una mano all'Inter dei ventuno acquisti senza buon fine, insieme al Chievo che si libera di Paloschi per dare una mano...

Continua a leggere