OROSCOPO
sabato 23 luglio 2016
logo

PORTOGALLO LEZIONE DI CALCIO ALLA FRANCIA

12 luglio 2016

Lezione di calcio antico e futuribile. La vittoria dell'umile Portogallo dell'ingegner Santos contro l'albagía dei francesi non va buttata, o trattata da semplice favola, assecondando i presunti innovatori che anzi conservano il peggio del calcio mondiale, Tikitaka compreso. Va anzi diffusa, portata nelle aule federali, nelle scuole calcio. L'emozionante finale di un modesto Europeo ha mostrato non solo sentimento, anche tecnica. Tanta. E tattica a non finire. Tutta cosa nostra: Portogallo "italiano", Amicizia e Contropiede, Gran Difesa e Solidarietà. Forse vi annoio, da tempo, parlandovi di solidarietà, eppure è il vero sentimento sano e costruttivo di…

Continua a leggere

L'ORA DEI RIGORI L'ORA DELLA VERITA'

5 luglio 2016

Per evitare spropositi, parolepensieri a rischio, considerazioni sgradevoli o sproloqui antisistema, Leo Longanesi suggeriva “parliamo dell’Elefante”, ovvero di divagare, consiglio che avrei colto al volo, in questa valle di lacrime, affrontando il tema “parliamo dell’Islanda”, argomento a tutti gradito, soprattutto se i coraggiosi "Son" dopo l’Inghilterra avessero affondato anche la Francia. E invece no: al grido di “allonsanfan” Pogba e compagni hanno allegramente asfaltato i prodi islandesi che tuttavia non hanno pianto dopo il tambureggiante 4-0 - e anzi si sono permessi due onorevolissimi gol - né alla fine, quando al 5-2 conclusivo si sono concessi un memorabile festone tribale.…

Continua a leggere

LA FINALE VERA L'ABBIAMO PERSA AI RIGORI

3 luglio 2016

Era la finale vera. L'abbiamo perduta ai rigori. Sbagliando troppo. Incassando una sconfitta dalla Germania dopo 54 anni. Dal Cile 62 alla Francia 2016. Si dirà sconfitti con onore. Preferisco pensare a una dignitosa uscita di scena di un'Italia che forse non vedremo più. Se ne va insieme a Antonio Conte una squadra che era partita sconfitta ancor prima di cominciare e che invece ci ha fatto scoprire un gruppo di coraggiosi dei quali andremo…

Continua a leggere

ADESSO GLI AZZURRI VALGONO ALMENO IL DOPPIO

29 giugno 2016

L'Italietta s'è desta anche per i seguaci di poca fede, annientando la prima potenza continentale - la Spagna del guru Del Bosque - pronta a ripetersi contro la Germania, superpotenza mondiale. Da un giorno all'altro la depressione è sfociata in trionfalismo, la sfiducia in adorazione. E Antonio Conte non è più il Fuggitivo ma il Maestro. Per qualche tempo l'Intoccabile. Perché - ho sentito - ha reinventato il calcio. Soprattutto nobilitandone l'espressione tattica più alta - per me - o più ridicola - per gli spagnoli e anche per molti critici nostrani: il catenaccio. Finalmente bello.…

Continua a leggere

L'INCUBO SPAGNA SI È DILEGUATO

28 giugno 2016

Era una finale. L'abbiamo vinta. E questa volta - ne prendo atto volentieri - da gransignori. Senza gherminelle catenacciare. Anzi osando l'inosabile fin dal primo minuto, come se davanti non ci fosse la Spagna data vittoriosa da tutti. Vinca il migliore? Finalmente ha vinto un'Italia fra le più belle: non più umile ma gagliarda, non più prudente ma azzardosa, senza complessi, anzi smaniosa di far brillare al St.Denis una classe superiore non con gli imbucati dell'Europeo ma con i titolari dell'ultima vittoria continentale. Grazie Conte. Grazie ragazzi d'oro. Grazie a voi l'incubo Spagna si è dileguato, alla faccia dell'intero mondo…

Continua a leggere

etichetta

Lifestyle


el