>>Italpress

OROSCOPO
giovedì 19 ottobre 2017
logo

PANUCCI SULLA STRADA DELL'ITALIA, VENTURA OTTIMISTA

9 ottobre 2017

In Albania con fiducia. Il “regalo” del Belgio, vittorioso a Sarajevo contro la Bosnia-Herzegovina, ci ha tolto d’imbarazzo: questo viaggio a Scutari, luogo remoto dell’Albania, presenta contorni meno drammatici di quelli che temevamo. Certo, vincere per gli azzurri significherebbe rafforzare la posizione di testa di serie in vista del sorteggio per i play-off. Ma soprattutto vorrebbe dire ritrovare un po’ di serenita’ dopo i turbolenti post-partita di Spagna, Israele e Macedonia. Si e’ parlato di confronti fra Ventura e i senatori azzurri (compreso De Rossi, al telefono) per chiarirsi le idee sugli schemi e sui modi di affrontare la situazione sul piano psicologico, perche’ gli infortuni e il cambio del vento hanno portato a un clima meno sereno. Ora, visto che ai play-off la nostra Nazionale e’ arrivata, bisogna concentrarsi sul prossimo ostacolo. Per adesso, l’avversario di novembre potrebbe essere uno da sorteggiare fra Croazia, Irlanda del Nord, Svezia e Grecia, ma la situazione e’ in realta’ molto fluida e la classifica di alcuni gironi puo’ cambiare per effetto dell’ultima partita del girone. Occorrerebbe magari mettere a frutto questa partita con l’Albania per migliorare ranking e morale. Gli albanesi ci conoscono bene (se non altro perche’ il c.t. si chiama Panucci) e potrebbero darci qualche fastidio. Certo, forse nei play-off Ventura recuperera’ qualcuno degli infortunati fra i centrocampisti De Rossi e Verratti. Quanto a Belotti, sembra difficile che possa essere pronto a breve.

Questo significa che al momento bisogna ben preservare Immobile, diffidato e quindi in grado di essere squalificato per lo “spareggio”, in caso di giallo a Scutari. L’Albania ci ha dato gia’ qualche fastidio a Palermo, dove gli azzurri sbloccarono la partita con un rigore di De Rossi dopo dodici minuti, ma dovettero aspettare il 25’ della ripresa e un gol di Immobile per poter chiudere la pratica. La partita fu fermata temporaneamente dall’arbitro per petardi e fumogeni scagliati in campo dai tifosi albanesi. La rivalita’ ambientale sara’ rinnovata a Scutari, cittadina a un’ora e mezza dalla capitale Tirana, che si raggiunge attraverso colline, campagne e panorami suggestivi che mostrano la vera Albania. Una vecchia storia relativa alla guerra mondiale racconta di due italiani che salvarono la citta’ di Scutari (ora di 110.000 abitanti) dalla distruzione programmata dai tedeschi. Nessuno ha dimenticato quel gesto eroico, ma il calcio e’ calcio...Christian Panucci (che ha preso il posto di De Biasi) ha gia’ detto che non fara’ regali agli azzurri e ci mancherebbe. Inoltre Berisha (Atalanta), Hysaj (Napoli), Ajeti (Crotone), Memushaj (Benevento), Veseli (Empoli) conoscono bene il calcio italiano. Il c.t. albanese avra’ a disposizione Kukeli, Mavraj e Rosh che hanno scontato una squalifica. Insomma, un avversario che, se non affrontato seriamente, potrebbe costituire una rogna non indifferente. Vedremo se Ventura, nelle poche ore del dopo-Torino, avra’ lavorato bene sulla testa degli azzurri.

Qualche cambio lo fara’ certamente, perche’ contro la Macedonia parecchi giocatori, specie a centrocampo, hanno mostrato la corda. Parolo dovrebbe essere l’unico superstite a centrocampo e si e’ parlato di Cristante e Barella all’esordio assoluto dall’inizio, ma Ventura ci pensera’ bene, prima di fare passi avventati. La discreta impressione destata da Zappacosta a Torino portera’ alla sua conferma e di quella di Darmian a sinistra con Bonucci e Chiellini. Il rientro di Candreva dovrebbe essere sicuro, ma occorrera’ vedere in quale posizione. Davanti le candidature sono quelle di Insigne, Immobile e Eder. Insomma, una formazione che potrebbe palesare le future intenzioni del c.t. Se si pensa che a Palermo c’erano, oltre a Zappacosta, De Sciglio, Verratti, De Rossi e Belotti, si puo’ notare quanto sia cambiata la situazione nel giro di pochi mesi (si e’ giocato il 24 marzo, al Barbera). Nella guerra delle parole, Panucci (che cambiera’ qualcosa in formazione, ma tutto e’ top secret) ha dichiarato: “Sono italiano, ma vorrei che i miei si togliessero una grande soddisfazione perche’ valgono piu’ di quanto pensano essi stessi. Spero che facciano una grande partita. L’Italia e’ arrabbiata e non bisogna fidarsi”. Giampiero Ventura, che ha constatato con gli azzurri nel “walk around” le condizioni problematiche del terreno di gioco (l’Italia giochera’ per la prima volta su un campo albanese), ha detto: “Sono sereno, mi aspetto passi avanti rispetto al secondo tempo della partita con la Macedonia. Ci siamo preparati bene e i senatori mi hanno aiutato. Speriamo di far bene anche ai play-off”.

Capitan Buffon ha confermato il chiarimento avvenuto nelle scorse ore: “Abbiamo fatto tutto alla luce del sole. Speriamo che arrivino nuovi successi”. In ogni caso, meglio chiudere bene il girone e prepararsi psicologicamente alla sfida dei play-off che apriranno (o chiuderanno) le porte dei Mondiali agli azzurri. Scutari, terra di sogni e di chimere, ai bordi di un lago e abbellita dal castello di Rozafa, aspetta la nostra Nazionale con la curiosita’ di chi non ha poco da perdere.

(ITALPRESS)

Share |


Commenti disabilitati per questo articolo

etichetta

Lifestyle




altri video di Franco Zuccalà