OROSCOPO
domenica 22 ottobre 2017
logo

GIORNI DECISIVI PER ALITALIA

15 ottobre 2017

Il Governo ha concesso altri sei mesi di tempo per decidere sulle sorti di Alitalia. Entro il 30 aprile i tre commissari dovranno prima pronunciarsi sulle modalità di cessione della ex cosiddetta compagnia di bandiera, che entro il 30 settembre dovrà restituire i 900 milioni di euro prestati da Palazzo Chigi per impedire il fallimento completo della società, dopo che agli iniziali 600 se ne sono aggiunti altri 300 erogati in settimana. Ma rimane fermo il termine di lunedì 16 ottobre, entro il quale dovranno farsi avanti i pretendenti all'acquisto di Alitalia. Secondo indiscrezioni non smentite, si sarebbero fatte avanti...

Continua a leggere

WEB TAX, L'EUROPA CONTINUA A RINVIARLA

8 ottobre 2017

Da un vertice europeo convocato ad hoc sullo sviluppo digitale era lecito aspettarsi una parola definitiva sulla tanto attesa web tax e invece, ancora una volta, nulla di concreto è stato deciso. Se non un ennesimo rinvio, pare alla primavera del prossimo anno. Così per vedere giustamente tassate le enormi entrate delle multinazionali, soprattutto americane, che spadroneggiano sulla rete, essendosi ormai di fatto imposte come monopoliste nei rispettivi settori di attività, dovremo ancora aspettare. E nel frattempo nessun passo vero in avanti è stato compiuto sulle modalità tecniche ed operative di questa forma di imposizione. E sarà molto difficile arrivare...

Continua a leggere

BANCHE, UNA COMMISSIONE CHE NASCE ZOPPA

2 ottobre 2017

Dopo mesi e mesi di (voluto) stallo si è insediata l'attesissima Commissione d'inchiesta sul sistema bancario. Nasce di fatto ultra zoppa. Con un presidente, Pierferdinando Casini, che in svariate occasioni ha dichiarato di non credere alla utilità della sua costituzione. Con un periodo di lavoro limitatissimo, avendo come obiettivo temporale lo scioglimento delle Camere per andare al voto. Con una diversità di obiettivi enorme a seconda della appartenenza ai vari gruppi politici. Ecco allora che una partenza così ritardata di questa istituzione ne vanifica di fatto la sua utilità, che sarebbe stata ben altra se davvero fosse nata avendo di...

Continua a leggere

PER LA BREXIT TEMPI LUNGHI, MAY FRENA

24 settembre 2017

Era un discorso molto atteso quello pronunciato venerdì dalla premier britannica Theresa May. Già la scelta della sede, Firenze, capitale della cultura italiana, culla del  Rinascimento, faceva presagire un approccio morbido per spiegare la uscita della Gran Bretagna dalla UE. Dopo i toni assai duri dei mesi scorsi, che avevano preceduto le elezioni, miseramente fallite negli obiettivi di rafforzamento della sua maggioranza. Avendo come conseguenza un partito conservatore spaccato fra i fautori di una soft Brexit e quelli di una hard Brexit. La May, tenendo conto di questo stallo che mette in pericolo il suo governo, ha giocato un po'...

Continua a leggere

UE PIÙ FORTE ALLA PROVA DEI FATTI

17 settembre 2017

Provinciali come siamo, abbiamo individuato nell’atteso discorso sullo stato dell’Unione di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, il passaggio più importante nel positivo riferimento all’Italia. Unico Paese, assieme alla Grecia, a impegnarsi concretamente e con grandi sacrifici sul fronte dell’immigrazione. Ha fatto certamente piacere questo tardivo riconoscimento, ma ha oscurato il peso politico di un intervento destinato a lasciare il segno nel processo di integrazione europea. Il 2017 ha registrato passaggi importanti di questa fase di transizione. I populismi anti europei hanno registrato sonore sconfitte in Austria, Olanda, Francia. Le vicine elezioni tedesche segneranno con il loro esito scontato...

Continua a leggere