LECTIO MAGISTRALIS DI PIERGIORGIO ODIFREDDI OGGI ALL'AUDI PALACE

29 dicembre 2011

CORTINA D’AMPEZZO (ITALPRESS) – Sono due gli appuntamenti che si sono tenuti ieri a “Cortina InConTra”. Alle 18 “E tu ce l’hai l’angelo custode?”, confronto partito prendendo spunto dal libro di Craig Warwick e Caterina Balivo (entrambi presenti sul palco dell’Audi Palace), cui hanno preso parte Piergiorgio Odifreddi, Edoardo Boncinellie Michele Mirabella. Tema nodale, il rapporto con entita’ superiori, con cui Warwick dialoga spesso. Opinioni divergenti che non hanno impedito di dare vita a un dialogo intenso e interessante.
Alle 21,30 e’ stata la volta di Ornella Vanoni, intervistata da Marino Bartoletti, che ha dato vita ad un autentico show, parlando della sua vita, dei suoi amori, dei suoi talenti, delle sue molteplici attivita’. Una serata apprezzata dal pubblico, che ha
anche potuto godere di alcuni dei piu’ grandi successi cantati dalla viva voce della cantante milanese.
Oggi si parlera’ di “La bellezza. Tra arte, musica e matematica”. Esiste la formula della bellezza? E che cosa accomuna numeri, arte e note? Si puo’ trovare un’unica unita’ di misura di questi tre ambiti? Lectio magistralis di Piergiorgio Odifreddi, matematico, autore de “Una via di fuga. Il grande racconto della geometria moderna” (Mondadori), accompagnamento musicale del Maestro Roberto Cognazzo, al pianoforte. Alle 18, all’Audi Palace, Odifreddi ci raccontera’ come la matematica abbraccia alcune delle avventure piu’ appassionanti e incisive dell’esistenza umana, dalla musica all’arte. Si pensa spesso che le culture scientifica o umanistica siano contrapposte nei metodi e nelle finalita’. Secondo i pregiudizi degli osservatori distratti, la prima si interessa dell’esperienza pubblica e universale, la seconda guarda invece all’esperienza privata e particolare. Questi pregiudizi vengono messi profondamente in crisi dalla constatazione che scienza e arte, e cioe’ le rispettive punte di diamante delle sue culture, sono visioni complementari e non contraddittorie del mondo sia esterno che interno. Per dimostrare questo, Odifreddi ci guidera’ in un viaggio tra geometria, arte e musica, in cui sara’ la prima che scandira’ il ritmo della narrazione, poiche’ verra’ impiegata come “metro” per analizzare le altre due. Il tutto per dimostrare come
arti e scienze non solo non siano due mondi inconciliabili, ma, addirittura, due universi che si comprendono, in cui tutto si tiene. Un viaggio straordinario, insieme a uno degli ultimi “cervelli” che ancora non si e’ dato alla fuga.
Alle 22, al Miramonti Majestic Grand Hotel dialogo sul ruolo della modernita’ tecnologica, tra il linguaggio degli sms e le tentazioni di Facebook. Che internet e i social network abbiano radicalmente (e definitivamente) cambiato la nostra vita e’ un dato di fatto. Non necessariamente negativo, se si pensa al ruolo cruciale svolto da Twitter nella recente “primavera araba” come cassa di risonanza per portare all’attenzione della comunita’ internazionale quanto avveniva nei territori del Nord Africa. Ma e’ anche vero che soprattutto i “non piu’ giovani”, desiderosi di stare al passo con i tempi, rischiano di incorrere in topiche clamorose, ignorando le regole
ferree di comportamento (la cosiddetta “netiquette”) che vigono su internet. E inoltre, estendendo il discorso, non si puo’ fare a meno di notare il ruolo sempre piu’ centrale giocato dai social netowrk nel moderno giornalismo, specie relativamente agli inviati di guerra, che riescono, tramite computer e cellulari di
ultima generazione, a raccontare in tempo reale che cosa accade a migliaia di chilometri di distanza. Per sapere se siamo davvero “pesci nella rete” venite al Miramonti. Ne parlano Duilio Giammaria, giornalista Tg1 Rai, Januaria Piromallo, autrice con Marika Borrelli de “Come pesci nella rete” (Armando Editore). Conduce: Iole Cisnetto, presidente Fondazione InSe’ Onlus e Associazione Amici di Cortina.
(ITALPRESS).


Share |