OROSCOPO
martedì 21 novembre 2017

LA PRIMA VOLTA DEL LEONE D’ITALIA, VENTI ANNI FA

22 dicembre 2016

Il titolo Junior vinto da Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti con la 208 R2 arriva esattamente vent’anni dopo il primo campionato italiano rally conquistato da Peugeot. E’ il 1996, l’anno dell’ingresso dei Pink Floyd nella Hall of Fame e del secondo mandato alla Casa Bianca di Bill Clinton. Dopo un anno sabbatico, Peugeot Italia rientra ufficialmente nel settore rally e, in particolare, nel nuovo Campionato 2 Litri che si affianca al CIR, privilegiando le vetture con motori aspirati e due ruote motrici. Il programma è coordinato da Popi Amati che ha da poco smesso di leggere le note e con il supporto sportivo di Fabrizio Fabbri. La struttura tecnica è quella della Auto Sport Italia, mentre il “Leone” 2 litri è la Peugeot 306 S16, la diretta capostipite dell’odierna 308 GTi. E poi c’è il “dream team” con il Campione 1995 Renato Travaglia associato a quel “mister nota” che è Flavio Zanella e, ancora, il “Golden Boy” Campione d’Italia 1992 e della Repubblica Ceca 1994, “Pigi Deila” affiancato da Claudio Vischioni. La concorrenza in questo 2 Litri, specchio di un’importante fascia di motorizzazione di serie, è molto nutrita. Oltre a Peugeot ci sono altri quattro marchi di primissimo piano e almeno una mezza dozzina di piloti in grado di lottare per il titolo. La stagione è bellissima, le gare, anche se tutto-asfalto, propongono le condizioni più svariate, addirittura la neve a inizio anno! L’esito non è scontato. “Pigi” trova qualche difficoltà, invece “Renato” conferma di avere un gran piede associato a freddezza e furbizia. Il pilota trentino con la 306 S16 cala il “sette bello”, vince infatti il Rally delle Palme, il Città di Torino, il Valle d’Aosta, il Rally della Marca, l’Appennino Reggiano, l’Alpi Orientali e il Gargano. Il Campionato 2 Litri 1996 si conclude con Travaglia che inaugura il nutrito albo d’oro dei titoli italiani Peugeot, e il terzo posto di Delia. “Pigi” troverà l’ambiente ideale nel toboga del Motor Show di Bologna per firmare la sua vittoria con la 306 S16, guarda caso dieci anni dopo Timo Salonen e la Turbo 16, che aprono l’albo d’oro del “Bettega”.
D’altra parte, anno bisesto o meno, il '96 è stato ricchissimo per il Leone. Va infatti ricordato il titolo costruttori dell’esordiente 406 nel Campionato D2 tedesco in pista (più o meno l’equivalente del Superturismo) e il Campionato Rally di Francia con la 306 Maxi. In Italia, Peugeot 306 siglerà nel 2 Litri/2RM una sequenza di cinque titoli consecutivi fino al nuovo millennio, vincendo complessivamente 43 gare su 49 disputate.
Quanto al penta campione Travaglia, toccherà a lui portare al trionfo la Peugeot nel CIR nell’anno di grazia 2002 con la 206 WRC.
(ITALPRESS).


Share |




etichetta

Peugeot su Youtube

vedi altri video »


etichetta

Citroen su Youtube

vedi altri video »



etichetta

Citroen su Twitter

etichetta

Peugeot su Twitter