home
  • Seguici su LinkedIn
  • Seguici su Facebook
  • Seguici su Twitter
  • Seguici su Google+
logo

TAP, PARERE PRELIMINARE FAVOREVOLE PER ESENZIONE ACCESSO A TERZI

29 marzo 2013

Focus Autorità Energia
MILANO (ITALPRESS) – L’Autorità per l’Energia, congiuntamente al regolatore greco (RAE) e albanese (ERE), ha formulato un preliminare parere favorevole alla richiesta di esenzione presentata da TAP AG. L’esenzione è relativa all’accesso a terzi e ad altre previsioni della direttiva gas del III pacchetto in tema di tariffe ed unbundling.
Il parere, trasmesso al ministero dello Sviluppo economico per i seguiti di competenza, è stato raggiunto come esito delle attività svolte tra i regolatori nel corso dell’ultimo anno, e a valle dei risultati del market test, come previsto dalla direttiva comunitaria 2009/73/CE.
La procedura di market test – prima attuazione della direttiva per un gasdotto – era finalizzata ad acquisire l’interesse da parte di potenziali utilizzatori dell’infrastruttura, istituzioni e gestori di rete, all’allocazione della relativa capacità di trasporto.
“Il gasdotto TAP rappresenta per l’Italia un’importante opportunità per la sicurezza degli approvvigionamenti, per la diversificazione delle fonti e per un ulteriore sviluppo della concorrenza, contribuendo all’affermazione del nostro Paese come un hub del gas – spiega l’Authority per l’Energia -. Il nuovo collegamento con la Grecia e l’Albania, e quindi con i Balcani, aprirà inoltre l’accesso a nuovi ed emergenti mercati, attraverso la possibilità di movimentare gas, tramite prenotazioni di capacità, anche in controflusso”.
Il Gasdotto Trans-Adriatico (conosciuto con l’acronimo inglese di TAP, Trans-Adriatic Pipeline) è un progetto volto alla costruzione di un nuovo gasdotto che connetterà Italia e Grecia via Albania, permettendo il transito di gas naturale proveniente dalla zona del Caucaso, del Mar Caspio e, potenzialmente, del Medio Oriente, via Turchia.
Il progetto è nato per iniziativa di EGL che nel 2003 iniziò uno studio di fattibilità conclusosi nel 2006 con parere positivo circa la realizzabilità tecnica, economica e ambientale del gasdotto. Nel febbraio del 2008, la compagnia di stato norvegese StatoilHydro è entrata in joint-venture alla pari con EGL dando vita alla società Trans Adriatic Pipeline (TAP AG), responsabile dello sviluppo, costruzione e gestione del gasdotto. Ad oggi gli azionisti di TAP AG sono EGL, StatoilHydro (42,5%) e EON Ruhrgas (15%). TAP potrà trasportare fino a 20 miliardi di metri cubi/anno.
(ITALPRESS).


Share |



meteo.italpress

etichetta

Autorità per l'Energia su Youtube

vedi altri video »