OROSCOPO
lunedì 21 agosto 2017

NASCONO PARCHI ARCHEOLOGICI COLOSSEO E POMPEI

10 gennaio 2017

E' stato presentato a Roma, presso il Ministero dei Beni e delle attivita' culturali il decreto di riorganizzazione delle Soprintendenze speciali a completamento della riforma del Mibact. Tra le misure previste dal testo, l'adeguamento delle Soprintendenze speciali del Colosseo, dell'area archeologica centrale di Roma e quella di Pompei, a tutti gli standard internazionali in materia di istituti e luoghi della cultura, completando il processo di riforma del Ministero avviato nel 2014.

"Entro il 22 gennaio saranno riorganizzate le Soprintendenze come completamento della riforma, in particolare per quanto riguarda Roma che era rimasta indietro rispetto alla procedura della riforma", ha detto il ministro dei Beni e delle attivita' culturali, Dario Franceschini, presentando il disegno di legge. Il provvedimento che riguarda Pompei incide solo sulla nuova denominazione che da Soprintendenza diventera' Parco archeologico, mentre l'attuale Soprintendente del sito campano assumera' la carica di direttore. Maggiori novita' riguardano le Soprintendenze speciali di Roma.

Nasce il Parco archeologico del Colosseo che sancisce la conseguente riorganizzazione della Soprintendenza speciale di Roma. Al nuovo ente competera' la tutela e la valorizzazione oltre che del Colosseo anche del Palatino, del Foro Romano e della Domus Aurea. Il direttore del nuovo parco sara' selezionato con apposita procedura internazionale. Il nuovo parco consentira' al Ministero di avere una struttura dirigenziale di livello generale dedicata esclusivamente alla tutela, gestione e valorizzazione dei siti piu' visitati in Italia. Nel piano di riorganizzazione e' prevista anche la razionalizzazione delle risorse: il 30% delle entrate della biglietteria andra' alla tutela del patrimonio culturale di Roma mente il 20% delle entrate sara' utilizzato per il sostegno del sistema museale italiano, come disposto dal 2015 per tutti i musei e i luoghi della cultura dello Stato.

"Una somma - ha aggiunto Franceschini- che secondo i calcoli e' superiore a quanto storicamente veniva investito dalla Soprintendenza nel restante patrimonio di Roma. Si tratta di circa 11 milioni di euro l'anno, ma naturalmente gli incassi possono crescere. Negli ultimi tre anni sono arrivati 159 milioni di euro a Roma tra i Grandi progetti, Cipe e fondi ordinari", ha detto il ministro. " Con il Parcontributo del Colosseo - continua Franceschini- viene fatto un passo in avanti verso la gestione integrata del Colosseo e dei Fori imperiali con il comune di Roma. Nelle prossime 48 ore verra' istituito il nuovo parco dopo l'incontro con i sindacati e il parere della Corte dei Conti", ha concluso Franceschini.

(ITALPRESS).


Share |