OROSCOPO
sabato 24 giugno 2017

CIA, IN AGRITURISMO CAPODANNO DI QUALITÀ A PREZZI CONTENUTI

30 dicembre 2012

Notiziario Agroalimentare
ROMA (ITALPRESS) – Una cena di qualità per il cenone di Capodanno può costare meno di 80 euro. Lo dice la Cia, Confederazione italiana agricoltori che mette a confronto la spesa alimentare con quella per i carburanti e ricorda che “quasi 20 anni fa un buon veglione costava almeno il doppio di quanto si spendeva per fare il pieno alla macchina”.
“Un nostro monitoraggio – spiega l’organizzazione agricola – effettuato su tutto il territorio nazionale segnala come, in particolare negli agriturismi, l’offerta per il cenone dell’ultimo giorno dell’anno sia contenuta tra i 50 e i 100 euro per persona. Si tratta, prevalentemente di menù molto pregiati che annoverano ottimi vini e spumanti oltre alle portate di grande genuinità, tipicità e qualità. Molto utilizzato sarà il tartufo, così come gli insaccati artigianali di eccellenza, dai lardi, ai salami, ai culatelli per arrivare alla cacciagione e il pollame, oltre ai classici zamponi e cotechini. Immancabili le lenticchie, proposte in migliaia di ricette diverse dal nord al sud, e i vini che scorreranno a fiumi. Nelle altre tipologie di esercizi, ristoranti, alberghi e strutture diverse, i prezzi risultano leggermente superiori rispetto agli agriturismi ma sempre contenuti e con un’offerta di ottimo livello nel rapporto qualità/spesa. Festeggiare al Sud – continua la Cia – rispetto al centro-nord del Paese costerà di meno. I prezzi medi di cenoni e veglioni sono più bassi del 10-15 per cento”.
(ITALPRESS).


Share |